Come scegliere il giusto hosting per il suo progetto online

La scelta dell’hosting è importantissimo se vuoi costruire un progetto sensato, di qualità e pensato a lungo termine. Oggi perciò ti spiego quali sono i parametri da tenere in considerazione quando devi scegliere un hosting condiviso molto professionale.

Se ti avvicini solo ora a questo settore devi prima di tutto sapere che c’è una grande differenza tra dominio e hosting. Il dominio infatti è il nome del sito (esempio.it) mentre l’hosting è il servizio che contiene tutto il tuo sito.

La seconda cosa che devi sapere è che esistono due macro-categorie di hosting. C’è l’hosting gratuito e l’hosting a pagamento. Gli hosting gratuiti hanno per forza di cosa diverse limitazioni e sono pensati per la creazione di blog il cui unico scopo è quello di divertirsi e sperimentare un po’ il mondo del blogging. Sono poco adatti a progetti professionali non solo per il nome a dominio che di solito è di terzo livello (esempio.wordpress.it) ma soprattutto perché il sito è tuo solo in parte. Se la piattaforma di blogging gratuita un giorno chiude, il tuo sito sparisce con lei. Inoltre non ti consentono di monetizzare quanto e come vorresti e hai diversi limiti di spazio e di gestione. Gli hosting gratuiti nascondono l’insidioso scoglio dei costi nascosti. Per aumentare lo spazio devi pagare per esempio, per togliere le pubblicità ugualmente etc.

La terza cosa da sapere, assolutamente fondamentale, è che esistono hosting condivisi e hosting privati. Se stai iniziando adesso il tuo progetto online non hai bisogno di un hosting solo tuo ma puoi affidarti ad ottime piattaforme che ospitano il tuo sito web su hosting condivisi da altre persone. Devi però scegliere attentamente per evitare di acquistare uno spazio hosting condiviso di dubbia qualità.

Uno spazio hosting poco professionale presenta molti problemi. Il sito probabilmente sarà molto lento (pessimo per il posizionamento su Google), spesso sarà impossibile da raggiungere e non offrirà la giusta esperienza ne ai tuoi lettori ne a te.  Senza considerare che questi hosting spesso non hanno un supporto clienti diretto o comunque non aiuta. Le risorse dell’hosting sono suddivise per moltissimi utenti e tu non ricevi ciò di cui hai bisogno.

Consigli per scegliere un buon hosting

  • Non fidarti di chi ti promette un hosting illimitato per una manciata di euro all’anno in cambio. Piuttosto guarda cosa ottieni davvero e soprattutto, scegli un hosting che ti permette di eseguire un upgrade a un servizio superiore. Così quando termini le risorse che ti mettono a disposizione puoi semplicemente eseguire un upgrade senza dover svolgere ulteriori operazioni.
  • Fai alcuni test e guarda quanto è veloce il supporto clienti a risponderti. Assicurati che sia nella tua lingua principale o comunque una lingua che padroneggi bene.
  • Leggi online le recensioni per vedere cosa ne pensano gli altri di un determinato hosting. Scoprirai tutti i pro e i contro. Preparati, perché è normale che qualcuno abbia avuto delle esperienze negative con un hosting. Sta a te però fare le valutazioni del caso se i pro sono superiori ai contro.