Recupero dati memory card, gioca d’anticipo


Le memory card sono delle memorie ormai indispensabili per chiunque possieda uno smartphone, una macchinetta fotografica un lettore mp3. Tuttavia, al pari delle pen drive, hanno una vita limitata e questo significa che, se non vi prestiamo abbastanza attenzione, potremmo perdere tutti i dati che contengono. E a quasi sempre, in questo tipo di supporto, questi dati possono essere parecchi Giga di foto.

Ma se si fa attenzione ai primi segnali di usura di queste memorie, si possono prevenire gli errori “fatali”. Ad esempio, lo sapevi che le memory card permettono un numero limitato di scritture e cancellazioni? Proprio a causa della tecnologia sulla quale si basa il loro funzionamento. Ma allora perché sono così diffuse? Questo tipo di memoria è molto diffuso perché ha grandi vantaggi: piccola, resistente, silenziosa! Non c’è dubbio sul fatto che sia utile, ma bisogna restare con i piedi per terra, parlando di limiti.

C’è inoltre una talmente vasta offerta di questi supporti che sembrerebbe, in apparenza che tutte son uguali e che una vale l’altra, quindi siamo più inclini a scegliere quella più economica. Ma non è così, senza dubbio non tutte le SD sono uguali e sono molti i parametri che possono differenziarle l’una dall’altra.

In ogni caso, se non ci accorgiamo dei segnali, all’improvviso potremmo avere una brutta sorpresa, e cioè: alcuni dati e alcune cartelle salvate all’interno della memoria potrebbero venire corrotti.  Come faccio a capire quando la memory card si sta rovinando? E se questo dovesse accadere, si può effettuare un recupero dati memory card?

Recupero dati memory card prima e dopo la rottura

È importante fare attenzione ai piccoli segnali che manda la memory card: un’immagine che non si apre affatto, oppure che si apre ma che presenta la parte inferiore grigia o, ancora, la parte superiore rovinata e che non corrisponde all’immagine originale. In questo caso dipende dal fatto che i settori della memory card, assegnati a questa immagine sono rovinati, pertanto la foto non può essere letta e correttamente.

Un altro comportamento che dovrebbe farci sospettare che qualcosa non va è il riavvio inaspettato della scheda o lo stop improvviso di alcune applicazioni. Questo dipende da quanto scritto sopra: le memory card, basate su tecnologia Flash, vengono create per essere sovrascritte un numero limitato di volte (intorno al milione).

Quindi, se si captano i segnali, sarà molto più semplice recuperare il contenuto della scheda perché senza aprire i file, se ne può comunque spostare il contenuto su un PC, ad esempio. Ma se arriviamo troppo tardi, allora recuperarne il contenuto non è un’operazione semplice e anzi, richiede molta abilità e tecniche delicate come, ad esempio, la lappatura.

Per questo, per il recupero dati memory card, è bene affidarsi a qualcuno che la materia la conosce bene davvero e che disponga di personale qualificato e di attrezzature sofisticate. Provare a recuperare i dati per conto proprio porta all’ulteriore deterioramento del supporto e all’impossibiltà di recuperare il salvabile.